Il Bergamotto di Reggio Calabria

BergamottoIl bergamotto, agrume dalla buccia preziosa simile ad una piccola arancia, cresce in maniera quasi esclusiva in Calabria, precisamente in quell’angolo di Calabria che fa da cornice a Reggio in vista dello Stretto, a tal punto da diventare un simbolo dell’intera zona e della città. Vani sono gli innumerevoli tentativi di trapiantarlo altrove, tra cui quello dei giapponesi che cercarono di piantarlo nella lontana Isola di Formosa. In nessun’altra parte del mondo, infatti, vi è un luogo in cui quest’agrume fruttifica con la stessa resa e qualità di essenza di quelli calabresi.

Non si conosce l’esatta origine del bergamotto, il colore giallo indicherebbe una derivazione per mutazione genetica a partire da preesistenti specie agrumarie quali limone, arancia amara o limetta. Se si pianta un seme di bergamotto, la piantina che nasce non è bergamotto ma arancio amaro. Soltanto successivamente quest’ultimo può essere innestato a bergamotto, il che ha fatto ritenere agli studiosi che il bergamotto sia nato dalla mutazione naturale dell’arancio amaro. La presenza del Bergamotto in Calabria sarebbe stata accertata tra il XIV ed il XVI sec., ed il primo “bergamotteto” sarebbe stato impiantato intorno al 1750.

La motivazione per la quale il bergamotto raggiunge la perfezione organolettica solo nella zona del reggino risiede in un insieme di fattori, quali: la lieve differenza tra la temperatura diurna e quella notturna nell’arco dell’anno in tutta la zona del bergamotto, la conformazione geomorfologica dell’area coltivata, i venti di scirocco che periodicamente investono la zona portando d’inverno piogge abbondanti e d’estate caldo umido, il suolo, caratterizzato da terreni alluvionali ricchi di sostanze minerali e l’esposizione a sud dell’intera area.

€ 0.000 prodotti

Carrello

Su FacebookRSS